half-life-screenshot1Il primo vero videogames con cui ho iniziato a giocare sul PC è stato Half-Life, uno sparatutto in prima persona, sviluppato da Valve Software e pubblicato da Sierra On-Line nel 1998, basato su una versione pesantemente modificata del motore grafico di Quake. Half-Life è stato elogiato dalla critica specializzata per la sua straordinaria presentazione della trama, che ha influenzato in maniera evidente lo sviluppo degli sparatutto in prima persona successivi. Fra le altre cose, fu il primo FPS caratterizzato da una storia raccontata interamente durante il gioco, senza l’uso di intermezzi filmati. Half-Life è anche molto popolare per la sofisticata (per l’epoca) intelligenza artificiale degli avversari, gli alieni che compaiono attraverso portali, causati da una super interferenza spaziale in seguito da un errato esperimento. Il gioco ha ricevuto oltre 50 “Game of the Year” Awards da numerose pubblicazioni ed è stato nominato “Best PC Game Ever” (Miglior gioco per PC di sempre) da PC Gamer nelle edizioni di novembre 1999, ottobre 2001 e aprile 2005. L’aspetto migliore è l’ambientazione piena di suspance per via della comparsa improvvisa e inaspettata degli alieni.

half-life-screenshot2

Il gioco è ambientato in un’area remota del Nuovo Messico nella struttura di ricerca di Black Mesa Research Facility, un complesso immaginario che condivide diverse similarità con l’Area 51. Il protagonista del gioco è un fisico teorico di nome Gordon Freeman, sopravvissuto ad un esperimento andato storto a causa di un’ imprevista cascata di risonanza che apre uno squarcio dimensionale, il quale devasta per gran parte la struttura e permette ad alieni provenienti da un altro mondo – conosciuto come Xen, il mondo di confine – di avere accesso al complesso.

half-life-screenshot3Mentre Freeman cerca di scappare dalla struttura in rovina e raggiungere la superficie per cercare aiuto, presto scoprirà di dover combattere contro più forze: non solo quella aliena, ma anche contro una spedizione militare inviata sul posto dal governo per eliminare gli alieni e l’intero team di scienziati, con l’obiettivo di insabbiare la vicenda; inoltre ci saranno i Black-Ops, agenti indipendenti con l’obiettivo di eliminare tutte le creature presenti e far saltare in aria il sito con armi nucleari. Nel corso del gioco, una misteriosa figura, spesso chiamata come “l’uomo con la valigetta” (o G-Man per gli anglosassoni) mai nominata o identificata, appare regolarmente, apparentemente monitorando e seguendo i progressi di Freeman. Fondamentalmente, grazie alla cooperazione fra il gruppo di scienziati e le guardie della struttura, il protagonista deve avventurarsi fra una moltitudine di settori per raggiungere il complesso Lambda, dove alcuni scienziati sopravvissuti lo teletrasporteranno sul mondo alieno di Xen, nel quale dovrà uccidere Nihilanth, la creatura che permette alla breccia dimensionale di rimanere aperta.Successivamente hanno riscosso molto successo anche le varie espansioni, half life opposing force, half life blue shift e gunman chronicles.

Nel seguito alcuni video realizzati da me.

half life parte1

 

altri frammenti del gioco…






Half life tribute: tutto half life per immagini con soundtrack originali